wlan-2088659_640
P4P: People for People

Il mondo della comunicazione sta cambiando con straordinaria rapidità. Nel mercato attuale la maggior parte delle aziende non dispone più di budget così elevati da imporre un prodotto attraverso una presenza massiccia sui media. Si fa quindi sempre più fatica a farne emergere le caratteristiche distintive, col risultato di  trovarsi di fronte a proposte apparentemente indifferenziate. La soluzione per uscire da questa impasse risiede in una nuova strategia di marketing, che O’blu back ha chiamato P4P (people for people). L’approccio deve essere la massima condivisione con il consumatore già all’origine. L’azienda deve non solo immedesimarsi con i suoi clienti, attraverso studi e analisi, ma prevedere fin dall’inizio che essi diventino parte attiva del processo di sviluppo del prodotto. È necessario superare il classico schema B2B (business to business) o B2C (business to consumer), nel quale il rapporto tra i due soggetti è verticale. Ci si deve orientare verso una relazione orizzontale, basata sulla capacità di condividere (idee, progetti, valori) operando sullo stesso piano, pur con funzioni e ruoli diversi. Il ruolo dei social media nel decretare il successo di un prodotto è uno degli esempi più evidenti di ciò che intendiamo. L’azienda non li deve subire o temerne il giudizio: deve coinvolgere gli utenti, prestare ascolto ad esigenze e suggerimenti, creare un rapporto personale con ciascuno di essi. Gli amici, per chi vuole vendere di più e meglio, non sono mai abbastanza.

C30-screenshot2
On line il nuovo sito per la barca da regata C30

Varato il nuovo sito dedicato al C30, un day sailer di 9.14 metri nato per essere competitivo ai massimi livelli.

Progettata da Maurizio Cossutti, questa barca da regata nella sua breve vita ha già ottenuto i primi interessanti successi: 2 primi, 2 secondi e un terzo posto, arrivando primo nella sua categoria nel circuito Solo2.

Il sito, lanciato alla vigilia della 47^ edizione della Barcolana di Trieste invita gli appassionati velisti e i professionisti della vela a scoprirne le caratteristiche a bordo, per provare l’emozione della sua velocità.

A cura dell’agenzia O’blu back l’intero progetto comunicativo: la progettazione e realizzazione di un sito responsive, con relativa personalizzazione del lay out grafico; attività di SEO; creazione, ideazione e gestione di una campagna SEM su google adwords; creazione e gestione di un profilo twitter e del canale youtube personalizzato; digital PR, con creazione di contenuti veicolati su canali digitali di riferimento per il settore nautico.

Secondo le parole del titolare Maurizio Obljubech, “è stato molto bello lavorare su questo progetto, con cui abbiamo voluto esprimere le emozioni legate ad una barca da regata simbolo di libertà, velocità e voglia di divertimento. Una sfida comunicativa che fa il paio con le sfide sportive che attendono ancora il C30 Raptor”.

pingu
Bentrovati!

Dopo il mare, il sole, la montagna, il lago, l’ombrellone, le foto, i selfie, le stelle, i libri, i fusi orari, i fusibili, i condizionatori, i supermarket, i traghetti, i draghetti, gli imbarcaderi, gli spritz, le suocere, i suoceri, i parcheggi, i parcheggiatori, i gossip, le zanzare, i pipistrelli, torniamo al lavoro con rinnovata lena e inscalfibile audacia. Un-due-tre…splash.

Zakynthos Greece
Buone vacanze!

Gli uffici della nostra agenzia rimarranno chiusi

dal 10 al 21 agosto:

vi auguriamo una buona estate,

buone vacanze e buon divertimento.

Per la buona comunicazione,

ci risentiremo di nuovo a settembre.

 

ps. per qualche settimana (di meritate vacanze) saranno sospesi anche gli aggiornamenti di questo blog.

presentazione palinsesto la7 copia
Qualità, sinergie, approccio concreto: gli ingredienti migliori per una strategia comunicativa efficace

Trasferta interessante quella di ieri a Milano, dove l’agenzia, rappresentata dal titolare Maurizio Obljubech, è andata ad ascoltare la presentazione del palinsesto del gruppo La7 per la stagione 2015-2016, nella bella cornice del Superstudio.

 

A far gli onori di casa l’editore Umberto Cairo, molto preciso e lucido nella sua analisi, che condividiamo appieno. In sostanza, la sua tesi è stata: è sempre più strategicamente importante mantenere alta la qualità dei prodotti per riuscire ad intercettare un pubblico di persone attento e con propensione di spesa elevata,  maggiore di quella della media nazionale, oggi sempre più compressa. Se infatti, secondo l’Istat, i consumi medi per famiglia ammontano a 2.488,50 euro al mese, le notevoli differenze tra gli estremi della forbice fanno sì che il 10% più povero delle famiglie spenda in media 1.034,90€, mentre il più ricco 4.304,01€, più di 4 volte tanto. E’ chiaro quindi che i punti di share conquistati dall’emittente vanno pesati rispetto a queste variabili economiche, perché anche differenze apparentemente minime (di 1 o 2 punti), se relative ai giusti target, possono rendere gli investimenti in comunicazione efficaci e profittevoli. In una società sempre più polarizzata,  la qualità dell’audience tende a divenire importante come la quantità. E’ assolutamente fondamentale, poi, valutare gli investimenti fatti in termini di incrementi di fatturato, oltre che di visibilità, notorietà, etc. Non solo è possibile ma diremmo doveroso.

presentazione palinsesto la7bis copia

Maurizio Obljubech, titolare dell’agenzia O’ blu back, al Superstudio di Milano

Informazione e approfondimenti, nuove serie tv, intrattenimento intelligente, leggerezza e simpatia con Crozza ed il talent “Il boss dei comici” in onda dal prossimo ottobre. Queste le novità con le quali La7 si presenta alla sfida del mercato, cercando di acquisire pubblico e credibilità agli occhi degli investitori.

Rispetto a quest’ultimo obiettivo, riteniamo che esso possa essere raggiunto più agevolmente innescando rapporti sinergici tra il gruppo e le agenzie di comunicazione, che possono contribuire a presentare alle aziende i punti di forza della Rete e le possibilità esistenti in termini di spazi, target e investimenti. Tale lavoro congiunto potrebbe essere portatore di elevato valore aggiunto, dato dalla conoscenza approfondita dei territori da parte delle singole agenzie e dalla visione delle stesse in termini di strategie di marketing e mercati di riferimento.