wtt
WTT, il 20 e 21 novembre a Torino la prima Fiera europea sull’IOT

WTT (Wearable Tech Torino) è la prima fiera espositiva in Europa dedicata esclusivamente alla tecnologia indossabile, una parte importante di quell’Internet delle cose che secondo molti analisti dovrebbe modificare molte nostre abitudini quotidiane in un prossimo futuro.

A Torino, il 20 e 21 novembre, il grande pubblico potrà gratuitamente familiarizzare e giocare con questi dispositivi indossabili (al polso, sul naso, etc.) in grado di fornire informazioni utili a migliorare le prestazioni sportive, monitorare l’attività fisica e lo stato di salute, immergersi in una realtà virtuale. Si tratta di oggetti dai nomi ad effetto, del tipo ImmotionAR, PIXdiscovery, Smartwatch, Smartglasses ed Oculus Rift.

In breve, tutti i curiosi potranno scoprire il passato, presente e futuro di queste tecnologie grazie a una serie di talk tenuti da innovatori, ricercatori e imprenditori su tutti i campi di applicazione delle tecnologia indossabile: da materiali e tessuti intelligenti a esoscheletri per la riabilitazione, dai progetti in campo aerospaziale a quelli per la vita di tutti i giorni.

Appuntamento al Padiglione 5, Lingotto Fiere – Via Nizza, 294, Torino.

 

 

 

halloween 2015
Social network da paura

L’autunno, il bosco che si fa cupo, le foglie che cadono, il sole che si nasconde, le giornate che durano meno…lunga è la strada che porta ad Halloween e agli altri riti pagani, elaborati dagli uomini fin dall’alba dei tempi per dare significato a cambiamenti a prima vista incomprensibili: perché esistono le stagioni? perché moriamo? cosa c’è dopo? possiamo entrare in contatto con i defunti?

Domande che nella nostra “evoluta” società rappresentano ancora problemi insoluti. Anzi, le “seccature” legate all’aldilà parrebbero aumentare: cosa succede alle nostre identità digitali, ai nostri avatar, quando non ci siamo più?

 

Il dilemma è reale e dibattuto, dalle aziende ai filosofi, dai governi all’uomo della strada che oggi ha un alleato in più per superare questa impasse: Eter9, “ennesimo” social network che promette (udite udite) l’immortalità digitale. Vediamo come funziona. Grazie all’intelligenza artificiale che scandaglia la nostra attività ‘social’ attuale, il software di Eter9 apprende la nostra personalità così bene fino a riuscire a capire cosa potremmo postare in futuro, anche quando non ci saremo più.

 

Il progetto, nato da un’idea dello sviluppatore Henrique Jorge, è in versione di prova, e al momento è testato su 5mila persone. Su Eter9 viene creato, ad esempio, una sorta di specchio del profilo Facebook di un utente così che lo stesso possa controllarne gli aggiornamenti ed approvarli, dando il permesso di postare quando è offline.

 

Se vi fa un po’ paura l’idea, sappiate che anche il mitico MIT di Boston sta sviluppando un analogo ambiente. Si chiama eterni.me ed è anche questo in fase beta. Curiosi? iscriversi non costa nulla e di certo sarete in buona compagnia visto che già più di 30mila utenti sono entrati a far parte di questa particolare community di highlander digitali.

Roma, da oggi al via la Make Fair 2015

Dopo “Area Bay” e New York”, quello di Roma è l’appuntamento più importante della Make Fair, la fiera mondiale degli inventori distribuita in tante tappe e in tanti eventi e progetti accomunati dal minimo comun denominatore dell’innovazione e della sperimentazione.

Quest’anno, dopo il successo delle edizioni 2013 e 2014 (con un pubblico di 90.000 persone), sono attese centinaia di invenzioni e attrazioni da 65 nazioni. In programma: live performance, panel, workshop, seminari, conferenze e laboratori anche per i più piccoli.

Cornice della manifestazione saranno le aule dell’Università La Sapienza di Roma, a rimarcare l’istituzionalità di un evento che serve a fare network tra i makers e a far conoscere al grande pubblico di tutte età le invenzioni create da individui, gruppi, Fab labs ed aziende impegnate nel risolvere piccoli e grandi problemi della vita di tutti i giorni attraverso la tecnologia, e -perché no- a farne un business.

Per info: www.makerfaireroma.eu