smartphone copia

Decisioni d’acquisto: 3 consumatori su 4 usano lo smartphone

La percentuale dei navigatori internet da smartphone che fanno acquisti di beni e servizi dal proprio device passa dal 32% al 41% tra fine 2014 e fine 2015. Chi utilizza il device fuori dal negozio per controllare prezzi e promozioni passa dal 45% al 55%, mentre chi lo usa all’interno dello store cresce dal 31% al 34%.

 

Sono i dati dell’Osservatorio Mobile B2c Strategy del Politecnico di Milano, che fotografano come il mercato dei media si muova in sintonia con queste tendenza: il valore dell’adv nei social network e sul formato video è più che raddoppiato, e nel complesso crescono del 53% gli investimenti complessivi in mobile advertising, che arrivano a raggiungere quota 462 milioni di €.

 

Si scopre così che il mobile surfer italiano (22 milioni gli italiani tra i 18 e 74 anni) è un utente maturo, che non utilizza il telefono sono per i social network e l’entertainment, ma anche per prendere decisioni di acquisto.

 

Più nel dettaglio, il 60% lo sfrutta nella fase di pre-acquisto (cioè per decidere quale prodotto acquistare e dove comprarlo), il 40% all’interno del punto vendita e il 29% nella fase di post-acquisto (per le attività di richiesta assistenza, consultazione dei servizi sottoscritti, gestione della carta fedeltà). Il 41% degli utenti Smartphone è un mobile shopper, ossia effettua acquisti tramite cellulare; per questo, il valore delle vendite online provenienti da smartphone nel 2015 è arrivato a valere il 10% del totale e-commerce italiano.

 

Parlando di investimenti pubblicitari e canali, a guidare la crescita sono i social network, il cui valore è più che raddoppiato, e che raccolgono quasi il 60% degli introiti grazie agli annunci visualizzati su smartphone. Raddoppia in valore assoluto anche il formato video e rich media, sia con investimenti ad hoc per il mobile, sia in termini di pianificazioni multi-piattaforma.

No Comments

Post a Comment