1200px-nielsen_logo-svg

Pubblicità in crescita: l’analisi Nielsen del 2016

L’ultimo rapporto Nielsen sul mercato degli investimenti pubblicitari vede un 2016 in crescita dell’1,7% rispetto al 2015. Nel singolo mese di dicembre la raccolta cresce dell’1,2%. Se si aggiungesse anche la stima sulla porzione di web attualmente non monitorata (principalmente search e social), il mercato chiuderebbe il mese di dicembre a +3% e il periodo consolidato in crescita del 3,4%, come previsto. Relativamente ai singoli mezzi, la tv cresce del 4 % a dicembre, chiudendo l’anno a +5,4%. Sempre negativa la stampa: quotidiani e periodici nel singolo mese si attestano rispettivamente a ‐8,4% e -9,3%, calando nel 2016 del 6,7% e del 4%.
Conferma l’andamento positivo la radio: la crescita di dicembre (+15%) porta la raccolta complessiva del l’anno a +2,3% . L’incremento di internet è dovuto principalmente a search e social, sulla base delle stime realizzate da Nielsen. Relativamente al perimetro attualmente monitorato in dettaglio, infatti, il web cala del 2,3% nel periodo cumulato e dell’1,2% nel singolo mese di dicembre . Allargando il perimetro all’intero universo del web advertising, la raccolta del 2016 chiude a +7,5% Per quanto riguarda i settori merceologici nel dettaglio, solo 6 arrivano a fine 2016 con un segno negativo. Per i primi comparti del mercato  si registrano andamenti differenti nei 12 mesi: crescono le telecomunicazioni (+4,8%), la distribuzione (+1 1,2 %) e i farmaceutici/sanitari (+7,7%), cui si contrappongono i cali della finanza (-14%) e dell’abbigliamento (‐5,9%). Tra gli altri che contribuiscono alla crescita, si segnalano le buone performance del mercato delle automobili (+5,9%), industria/edilizia (+38,4%), tempo libero (+16,9%) e abitazione (+6,3%).

No Comments

Post a Comment