presentazione palinsesto la7 copia

Qualità, sinergie, approccio concreto: gli ingredienti migliori per una strategia comunicativa efficace

Trasferta interessante quella di ieri a Milano, dove l’agenzia, rappresentata dal titolare Maurizio Obljubech, è andata ad ascoltare la presentazione del palinsesto del gruppo La7 per la stagione 2015-2016, nella bella cornice del Superstudio.

 

A far gli onori di casa l’editore Umberto Cairo, molto preciso e lucido nella sua analisi, che condividiamo appieno. In sostanza, la sua tesi è stata: è sempre più strategicamente importante mantenere alta la qualità dei prodotti per riuscire ad intercettare un pubblico di persone attento e con propensione di spesa elevata,  maggiore di quella della media nazionale, oggi sempre più compressa. Se infatti, secondo l’Istat, i consumi medi per famiglia ammontano a 2.488,50 euro al mese, le notevoli differenze tra gli estremi della forbice fanno sì che il 10% più povero delle famiglie spenda in media 1.034,90€, mentre il più ricco 4.304,01€, più di 4 volte tanto. E’ chiaro quindi che i punti di share conquistati dall’emittente vanno pesati rispetto a queste variabili economiche, perché anche differenze apparentemente minime (di 1 o 2 punti), se relative ai giusti target, possono rendere gli investimenti in comunicazione efficaci e profittevoli. In una società sempre più polarizzata,  la qualità dell’audience tende a divenire importante come la quantità. E’ assolutamente fondamentale, poi, valutare gli investimenti fatti in termini di incrementi di fatturato, oltre che di visibilità, notorietà, etc. Non solo è possibile ma diremmo doveroso.

presentazione palinsesto la7bis copia

Maurizio Obljubech, titolare dell’agenzia O’ blu back, al Superstudio di Milano

Informazione e approfondimenti, nuove serie tv, intrattenimento intelligente, leggerezza e simpatia con Crozza ed il talent “Il boss dei comici” in onda dal prossimo ottobre. Queste le novità con le quali La7 si presenta alla sfida del mercato, cercando di acquisire pubblico e credibilità agli occhi degli investitori.

Rispetto a quest’ultimo obiettivo, riteniamo che esso possa essere raggiunto più agevolmente innescando rapporti sinergici tra il gruppo e le agenzie di comunicazione, che possono contribuire a presentare alle aziende i punti di forza della Rete e le possibilità esistenti in termini di spazi, target e investimenti. Tale lavoro congiunto potrebbe essere portatore di elevato valore aggiunto, dato dalla conoscenza approfondita dei territori da parte delle singole agenzie e dalla visione delle stesse in termini di strategie di marketing e mercati di riferimento.

No Comments

Post a Comment