Contro Zika in campo anche la pubblicità

Dalla collaborazione di due agenzie pubblicitarie nascono in Brasile i pannelli pubblicitari “sterminatori di zanzare”. Grazie ad una particolare tecnologia open source,  i pannelli sono in grado di attirare i pericolosi insetti ed intrappolarli, uccidendoli. Il raggio d’azione “attraente” sarebbe addirittura di 2,5 km.

 

Il trucco del dispositivo è quello di imitare la pelle umana, tramite una speciale soluzione di anidride carbonica ed acido lattico, un mix “letale” nel vero senso della parola. Target dichiarato la zanzara Aedes aegypti, la specie responsabile della trasmissione del virus Zika. Una pericolosa minaccia attualmente diffusa in 30 paesi e che, secondo gli ultimi studi, metterebbe a rischio ben 2.2 miliardi di persone nel mondo.

 

La tecnologia del pannello è disponibile online, per chiunque voglia replicare l’esperimento e combattere la diffusione del virus. Ma attenzione. C’è chi critica l’operazione, come Chris Jackson, un esperto del controllo dei parassiti dell’Università di Southampton, secondo cui una simile pratica potrebbe portare, più che ad una sua riduzione, ad un aumento del problema. “Forse -ha detto Jackson- piazzare dei veri e propri ‘fari’ per zanzare in luoghi dove le persone sono sedute, magari con le gambe scoperte, finirebbe per fornire agli insetti un lauto banchetto”.

No Comments

Post a Comment